CI VUOLE FEGATO - Fondazione Università Magna Graecia

archivio notizie - Fondazione Università Magna Graecia

CI VUOLE FEGATO

 
CI VUOLE FEGATO

Articolo a cura della redazione del Liceo Scientifico “Ettore Majorana”

 

Mai si sarebbe potuto immaginare che la scienza riuscisse a creare organi piccoli quanto un seme di mela. I mini-organi sono stati creati coltivando in provetta delle cellule staminali pluripotenti indotte (iPS), ovvero cellule staminali riprogrammate a partire da cellule umane adulte. Le cellule sono state poste in un bioreattore, ossia un apparecchio creato dalla Nasa per simulare l’assenza di gravità. Questo ha consentito loro di moltiplicarsi a grande velocità. In seguito esse sono state trattate con farmaci e ormoni, fino a quando non si sono trasformate in tessuto epatico.  Non somigliano affatto ad organi reali, ma svolgono le stesse funzioni e per questo motivo vengono definiti organoidi. Il primo ad essere stato creato è un mini fegato con piccole parti di tessuto non più grandi di 25 millimetri di diametro risultato partendo dalle cellule del cordone ombelicale e non dagli embrioni. Gli scienziati vorrebbero farlo crescere fino alle dimensioni normali per usarlo per trapianti e per risolvere le malattie epatiche. Lo stesso obiettivo ha spinto gli scienziati a creare dapprima  altri organoidi tra cui mini-reni, mini-polmoni per produrre poi l’organo più complesso: il cervello. Tutte le ricerche, che hanno portato a questi straordinari risultati, si sono svolte principalmente nelle università inglesi. Le Università di Edimburgo e Londra hanno collaborato con l’Istituto di Biotecnologia molecolare dell’Accademia austriaca della scienza per la creazione del mini-cervello un organo che ha l’aspetto di mini cortecce cerebrali, biancastre e lattiginose. Si spera che ulteriori studi possano finalmente far comprendere agli scienziati le cause che determinano l’insorgenza di disordini neuro-degenerativi, quali l’Alzheimer e il Parkinson o la schizofrenia e l’autismo.

 


Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (608 valutazioni)