L’APPARENZA INGANNA…ANCHE A TAVOLA! - Fondazione Università Magna Graecia

archivio notizie - Fondazione Università Magna Graecia

L’APPARENZA INGANNA…ANCHE A TAVOLA!

 
L’APPARENZA INGANNA…ANCHE A TAVOLA!

Articolo a cura della redazione del Liceo Scientifico “Galileo Galilei”

 

Ormai è risaputo che il celebre detto “ l’apparenza inganna “ ha dimostrato la sua efficacia in ogni ambito della vita sociale, ma in quanti riuscirebbero ad applicarlo agli alimenti che ingeriamo quotidianamente? A titolo d’esempio riportiamo il nostro amato olio d’oliva che, nella mentalità popolare, è considerato un semplice “ condimento di natura vegetale “ derivato direttamente dal frutto, ma siamo sicuri di conoscerne tutte le potenziali proprietà? La risposta a questa domanda può essere ricercata a “casa nostra”, all’università Magna Graecia di Catanzaro, grazie agli studi condotti dall’équipe del professore di chimica Antonio Procopio che, durante un intervista ha dichiarato: “l’oleuropeina ha il merito di fare dell’olio d’oliva qualcosa che sta fra il cibo e i farmaci.

I suoi effetti benefici sulla salute umana trasformano l’olio d’oliva in un nutraceutico (o alimento funzionale) natale”. La sostanza in questione è normalmente presente in piccolissime quantità nel già citato olio e, insieme ai suoi derivati, si è dimostrata essere un ottimo antiossidante, antibatterico, antinfiammatorio e antivirale, rappresentando così un promettente agente farmacologico per la cura di molte malattie umane, incluse quelle cardiovascolari e il cancro. In particolare è stata dimostrata la capacità di inibire la proliferazione di due linee cellulari di carcinoma mammario e di cancro alla tiroide; queste agiscono arrestando il ciclo di replicazione cellulare, agendo sui marker di promozione di crescita e manifestando una forte azione antiossidante. Considerate le loro importanti attività biologiche, una loro produzione in più grande quantità della foglia d’ulivo o la loro sintesi ex novo, potrebbe rappresentare una via innovativa per l’arricchimento dell’olio e altri elementi. Come volevasi dimostrare, dunque, bisognerebbe andare oltre i semplici sapori degli alimenti, apprezzando anche gli effetti che essi hanno sulla nostra salute.

 


Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (737 valutazioni)